È possibile sostituire i vecchi infissi senza opere murarie? Scopriamolo subito

Prima o poi, in tutte le case arriva il momento di sostituire i vecchi infissi.

Porte e finestre realizzate con materiali dalle basse prestazioni tecniche o rovinate dal tempo devono essere cambiate quanto prima, per evitare che gli spifferi e gli sbalzi di temperatura riducano l’efficienza energetica delle nostre abitazioni.

Installare degli infissi di nuova generazione non riduce solamente i consumi relativi alla climatizzazione degli ambienti; alte caratteristiche d’isolamento termico ed una ferramenta in ottimo stato miglioreranno il comfort in casa e ridurranno l’incidenza di influenze, mal di schiena e raffreddori.

Riassumendo: sostituire i vecchi infissi quando sono troppo rovinati o le loro caratteristiche non rispondono più alle nostre esigenze è sempre una buona idea. Gli unici motivi per cui in molti si ostinano a mantenere le loro vecchie finestre sono i costi ed i lavori edili necessari per la posa.

Ma è possibile sostituire i vecchi serramenti senza incorrere in opere murarie?

Sostituire i vecchi infissi senza opere murarie, vediamo come fare

Nel caso in cui il vecchio telaio non fosse particolarmente danneggiato, sarà possibile procedere con la posa senza intervenire sul vano finestra.

Il vecchio telaio fungerà da controtelaio e la sostituzione del tutto avverrà in pochissimo tempo. Poiché non sarà necessario intervenire sulle pareti, la vostra abitazione sarà sempre abitabile, anche durante la delicata fase di posa. Non avrete bisogno di ripulire le stanze dalla polvere (lo staff di Navacchi si preoccupa di ripulire dopo gli interventi di muratura, ma molti rivenditori non lo fanno) e risparmierete sia tempo che denaro.

 

zanzariere su misura

 

Per sostituire i vecchi infissi senza opere murarie, è necessario scegliere modelli della stessa tipologia.

Come avviene la sostituzione degli infissi

Per prima cosa, i vecchi infissi saranno rimossi dal telaio originale; i nostri tecnici lavoreranno con la massima attenzione per non rovinare il vecchio modello o causare disagi di qualunque genere. Per evitare escursioni termiche (molto fastidiose in inverno) tra la rimozione del vecchio modello e la posa di quello nuovo passeranno 30 minuti / un’ora al massimo. Inizialmente, il nuovo infisso verrà installato in modo provvisorio, per verificare che misure e modello corrispondano.

Arrivati a quel punto, procederemo con la sostituzione dei cardini, della cinghia e del cassonetto (consigliamo di installarne uno coibentato). Applicheremo della schiuma auto espandente sui lati del telaio per aumentare le sue caratteristiche d’isolamento e fisseremo il tutto in modo definitivo.

Infine, concluderemo l’operazione montando le ante e le maniglie.

pulsante navacchi