Permessi per cancelli automatici e gli obblighi del costruttore

Non sono in molti a saperlo, ma l’installazione di cancelli e portoni automatici deve avvenire secondo precise regole stabilite dall’attuale Direttiva Europea. Tali regole sono racchiuse all’interno della Direttiva Macchine 2006/42/CE in vigore dal 27 gennaio 2010 atta ad aumentare i parametri di sicurezza dei sistemi automatizzati.

Tra i documenti relativi i permessi per cancelli automatici vi deve essere la dichiarazione CE di conformità, i dati identificativi del dispositivo e (nel caso fossero richiesti) i permessi relativi il terreno e l’immobile, ma li vedremo più nel dettaglio nei prossimi paragrafi dell’articolo.

La comodità di cancelli e portoni automatici

Gli ingressi di aziende e abitazioni meritano una cura particolare, soprattutto se vengono utilizzati ogni giorno da un gran numero di ospiti, dipendenti e clienti. Un cancello automatico creerà un comodo punto di passaggio utilizzabile da qualunque mezzo e in ogni situazione. Immaginate di arrivare davanti ad un normale cancello durante un temporale, dovreste parcheggiare il vostro veicolo, scendere sotto la pioggia per aprire il passaggio e risalire. Con un cancello automatico, potrete aprire il passaggio comodamente dall’interno tramite telecomando o app dello smartphone.

L’installazione di un cancello elettrico può avvenire in due modi: montando una struttura completamente nuova già provvista di un sistema automatico, o installando un dispositivo di apertura sul cancello già esistente. I permessi richiesti per l’installazione, in entrambi i casi, non cambiano.

Permessi per cancelli automatici e agevolazioni fiscali

Iniziamo con il dire che, per la posa di un cancello così come di una normale recinzione, non c’è bisogno del permesso di costruire finché rimaniamo all’interno della nostra proprietà. Ovviamente vi possono essere eccezioni nel caso di edifici dal forte valore storico e condomini.

Discorso diverso per le automazioni. Le aziende produttrici sono responsabili della creazione di prodotti sicuri e propriamente collaudati. In fase di acquisto devono presentare al cliente gli attestati di conformità alla certificazione CE e l’analisi dei rischi inerenti tanto la struttura quanto l’ambiente circostante. Tra i permessi per cancelli automatici vi devono essere anche le rispettive misure di sicurezza in caso di malfunzionamento del dispositivo.

Essendo annoverati tra gli interventi di risanamento dell’immobile e di ristrutturazione edilizia, l’installazione di un cancello automatico, così come gli interventi di manutenzione, rientrano all’interno delle opere detraibili dalle tasse. Prima di procedere con l’acquisto di questi dispositivi automatici, ricordatevi sempre di informarvi presso l’ufficio comunale di competenza o visitate i nostri showroom di Cesena e Viserba e rivolgetevi direttamente al nostro staff.

pulsante navacchi