Portoni blindati, recuperate il 50% della spesa grazie al nuovo bonus sicurezza 2020

Un nuovo decennio sta muovendo i primi passi. Il 2020 ha portato diverse novità in materia di bonus fiscali e detrazioni utili per risparmiare sui lavori di casa. Negli articoli precedenti abbiamo già parlato dell’Ecobonus 2020, rimasto invariato rispetto al 2019, e del bonus facciata, introdotto con il nuovo anno. In questo articolo parleremo del bonus sicurezza, la cui detrazione fiscale è passata dal 35% (2019) al 50% (2020).

vediamo come accedervi ed a quali prodotti si estende.

Portoni di sicurezza per la vostra casa

Normalmente, il primo dispositivo di sicurezza a cui pensiamo è il classico portone blindato. Questo strumento, con la sua sola presenza, è in grado di scoraggiare anche i malintenzionati più esperti.

Si tratta sicuramente di un dispositivo essenziale, ma per proteggere la nostra casa potrebbe non essere sufficiente. Dovremo mettere in sicurezza anche le finestre, la porta garage e (nel caso viviate in abitazioni isolate) persino la cancellata.

Tutti i possibili ingressi devono essere protetti con i dispositivi adeguati, per un periodo di tempo sufficiente affinché le forze dell’ordine possano intervenire.

Presso lo showroom Navacchi a Viserba di Rimini troverete un vasto assortimento di infissi e serramenti delle più alte classi di sicurezza. Proponiamo:

Inferriate fisse o scorrevoli;

Portoni di sicurezza e blindati;

Cancelli automatici;

Telai per finestra in metallo e molto altro.

Tutti i prodotti sopracitati sono inclusi nell’attuale bonus di sicurezza e permettono di accedere ad una detrazione fiscale del 50% sulla spesa sostenuta.

blindati cesena

Approfittate del Bonus Sicurezza e rendete la vostra casa a prova di ladro. Considerando tutte le detrazioni in vigore, questo è l’anno ideale per ristrutturare la vostra abitazione.

Come accedere al bonus sicurezza

Il bonus sicurezza è accessibile a tutti i contribuenti soggetti all’IRPEF, che siano residenti o non residenti in Italia.

Più nello specifico, può essere richiesta dai:

proprietari o nudi proprietari;

titolari di un diritto reale;

conviventi non proprietari;

Locatari;

Comodatari;

Da coloro che eseguono in proprio i lavori sull’immobile.

Per usufruire della detrazione fiscale, i contribuenti devono effettuare i pagamenti in modo che siano tracciabili. Il modo migliore rimane il bonifico parlante, postale o bancario.

Per tutte quelle spese in cui non è possibile ottenere un bonifico (pagamento dei diritti, autorizzazioni ecc.) è possibile procedere tramite qualunque altra forma di pagamento, purché si conservino le ricevute.

Per ulteriori informazioni in merito al bonus sicurezza ed alle detrazioni in vigore, non esitate a contattarci.

pulsante navacchi